Alcuni contenuti non sono disponibili poiché hai disabilitato i cookie. 

Per accedere a questi contenuti puoi abilitare i cookie: fai clic per registrare le tue preferenze sui cookie.

Retinolo e retinoidi: cosa sono e a cosa servono

Tra le vitamine liposolubili indispensabili per il trattamento antiage della pelle, troviamo la A. Denominata anche retinolo, possiede componenti ancor più specializzate chiamate retinoidi, Entrambi contribuiscono a rinvigorire e illuminare l’epidermide, ma esistono differenze fondamentali.

In questo articolo parliamo di:

Retinolo


Il retinolo è la forma alcolica della vitamina A e si ritrova soprattutto negli alimenti di origine animale.

Fegato, uova, formaggio e tuorlo d’uovo sono fonti preziose di retinoli.

Il retinolo assunto per mezzo dell’alimentazione è soprattutto il retinolo palmitato, sintetizzato per mezzo di lipasi pancreatica.

Quindi, a fare la differenza nell’assorbimento ottimale di tale elemento sono i lipidi presenti e i sali biliari.

In un’ottica di dieta quotidiana bilanciata e controllata, eccedere con il consumo di carne o uova non è mai consigliato quindi, laddove sia necessario intervenire con integrazioni di questa sostanza per rendere la pelle più giovane, se ne utilizzano gli estratti, che si ritrovano in moltissime formulazioni quali creme e sieri antinvecchiamento.

leggi anche :Vitamina A dove si trova e quali sono i principali benefici per la pelle

Retinoidi


Per avere maggiore efficacia, il retinolo viene convertito in retinoidi i quali, a loro volta, raggiungono il loro stadio finale nell’acido retinoico.

Entrambi hanno una maggiore incisività sui problemi relativi alla pelle. Garantiscono risultati in minor tempo rispetto al più semplice retinolo.

Proprio per la loro maggiore concentrazione, vanno usati in dosi specifiche per non aggredire l’epidermide e non incorrere in arrossamenti o irritazioni.

Le formulazioni mirate per la pelle del viso, solitamente hanno livelli di retinoidi controllati, ma talvolta è opportuno riferirsi a esperti nel settore per scegliere il bilanciamento più adatto alle proprie esigenze e peculiarità.

leggi anche : Crema viso notte alla Vitamina A – medik8

Come agiscono retinolo e retinoidi sulla pelle

Come visto, quindi, i due elementi hanno effetti egualmente benefici su una pelle invecchiata, ma i retinoidi agiscono in minor tempo e si presentano più “potenti”.

Innanzitutto, favoriscono il rinnovamento cellulare. Laddove l’epidermide risulti secca o persino macchiata, il turn-over delle cellule l’accende letteralmente di nuova vita, conferendo anche luminosità.

Negli strati più profondi quali il derma, invece, stimolano la produzione di acido ialuronico, collagene ed elastina.

L’acido ialuronico

Noto e presente in molte creme antietà. Mantiene elastica la pelle in quanto interviene sul liquido sinoviale presente nella cartilagine, reidratandola ed evitando che “si rilasci” formando rughe o segni d’espressione.

Ha effetti antiossidanti, perché protegge dai radicali liberi, molecole instabili che danneggiano la struttura cellulare e possono provenire dall’inquinamento o da altri fattori esterni, ma anche essere diretta conseguenza del passare degli anni.

leggi anche : Come e perché si formano le rughe, le 6 principali cause

Il collagene


E’  una sostanza del tessuto connettivo che agisce in maniera similare ma la cui produzione diminuisce con l’avanzare dell’età.

La struttura cellulare che fa apparire una pelle rimpolpata e levigata parte, come sempre, dall’interno, ovvero dal derma.

E’ proprio qui che il collagene rappresenta una delle colonne portanti. La sua scarsità è uno dei fattori principali che determinano la comparsa di rughe, quindi stimolarne la produzione e aggiungerlo alle formulazioni diventa fondamentale.

L’elastina


Come suggerisce il nome, è la componente per eccellenza che rende elastica la pelle.

Ciò significa che microtraumi esterni quali la pressione o lo stiramento, non sono sufficienti a deformare l’epidermide se vi è una buona produzione di questo elemento del sistema connettivo.

Le rughe cosiddette d’espressione tendono a formarsi dopo anni di sorrisi, aggrottamenti della fronte e altri movimenti facciali che lasciano “il segno”. Quando vi è carenza di elastina ripristinandone la produzione con i retinoidi, questi inestetismi scompaiono o, perlomeno, si riducono.

 

L’acido retinoico è un ottimo alleato anche contro le macchie da iperpigmentazione.

In taluni casi, questa iperpigmentazione ha cause interne quali le infiammazioni. Acne e lesioni si presentano soprattutto in soggetti dalle pelli più scure, e l’epidermide risulta cosparsa da macchie simili alle lentiggini.

Queste ultime, in particolare, sono soprattutto ereditarie ma, la maggior parte dei segni scuri interviene con l’avanzare dell’età.

La produzione alterata della melanina avviene a seguito di esposizioni prolungate al sole o alle lampade abbronzanti senza l’applicazione dei filtri adeguati.

I raggi UV, infatti, ad alte concentrazioni diventano dannosi.  Se da un lato l’acido retinoico esacerba la sensibilità della pelle a tali raggi, dall’altro può avere una funzione depigmentante se applicato nelle giuste dosi.

I retinoidi sono anche alleati della microcircolazione sanguigna. Favoriscono, infatti, il naturale sviluppo dei vasi capillari, contribuendo al nutrimento ottimale di ogni zona del viso e conferendo anche un colorito più roseo e giovanile.

Infine, i retinoidi ristabiliscono anche un equilibrio ottimale a livello di produzione e rigenerazione dei cheratinociti, che sono cellule più specializzate della pelle in ogni suo strato e che si occupano dei compiti più svariati: ripristinare la corretta idratazione, proteggere da agenti esterni  e persino dalle radiazioni UV.

 

Quanti retinoidi sulla pelle?

Le preparazioni topiche a base di retinoidi della vitamina A, prevedono concentrazioni persino inferiori all’1%, mentre per il retinolo le dosi possono aumentare leggermente.

La maggior parte di creme e sieri è pensata apposta per la pelle del viso, la parte del corpo maggiormente curata e oggetto di attenzioni da parte delle donne.

Ma i principi attivi di retinolo e retinoidi sono efficaci su tutto il corpo, inclusi collo, braccia e gambe. Pelle secca, pieghe e iperpigmentazioni, infatti, possono presentarsi anche sugli arti e sulle mani e occorre svolgere un’azione preventiva anche in queste sedi.

Proprio nell’ottica di tale azione preventiva, sarebbe sempre opportuno affidarsi a trattamenti a base di retinolo, retinoidi o acido retinoico prima ancora che compaiano gli inestetismi che caratterizzano il periodo degli ‘anta.

Di sicuro alimentarsi con cibi ricchi di vitamina A può aiutare ma, come visto, se per i vegetali non vi sono grandi problemi, abusare di cibi ricchi di retinolo ma anche di colesterolo non è altrettanto salutare. Soprattutto se vi sono fattori di rischio quali familiarità, pelle scura o esposizioni poco attente al sole, occorre individuare la crema o il siero di bellezza più adatto alla propria pelle e cominciare ad applicarlo con una certa regolarità.

 

Alla prossima !

 

seguimi anche su Facebook e Instagram

 

Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su facebook

Le recensioni e review presenti in questo blog sono frutto della mia esperienza personale, così come le opinioni espresse nei post.

per te

un ebook in regalo

Poker-copertine

Iscriviti alla newsletter MyFloreschic e ricevi in regalo un ebook con tanti consigli utili per la tua bellezza.

Per te

un ebook in regalo

Iscriviti alla newsletter MyFloreschic e ricevi in regalo un ebook con tanti consigli utili per la tua bellezza.

Questo sito utilizza cookie per migliorare l’esperienza di navigazione e raccogliere statistiche anonime sul suo utilizzo. Mentre alcuni cookie sono abilitati automaticamente, altri cookie possono essere disattivati. Per i dettagli leggi la Privacy Policy.

Attivando tutti i cookie ci aiuti a migliorare la tua esperienza sul sito.

Alcuni contenuti non sono disponibili poiché hai disabilitato i cookie. 

Per accedere a questi contenuti puoi abilitare i cookie: fai clic per registrare le tue preferenze sui cookie.