Cos’è il peeling


Con il termine peeling, si indica un’esfoliazione profonda della pelle che non si limita alla superficie, come accade per uno scrub, ma arriva in profondità grazie a componenti che innescano una sorta di reazione chimica.

La rigenerazione cellulare viene stimolata fin nel derma e il viso, il collo o persino le mani appaiono più giovani e luminosi.

In inglese, to peel significa, letteralmente, sbucciare. Seppure il termine possa far pensare a una tecnica particolarmente cruenta, in realtà è semplicemente atta a penetrare gli strati più profondi per favorire la produzione di collagene ed elastina, le due componenti principali del sistema connettivo che tendono a diminuire con l’età.

La pelle nuova, visibile in superficie, può far apparire più giovane una donna persino di una decina d’anni!

In questo post parliamo di :

A chi è adatto il peeling

Proprio per questa sua caratteristica di rinnovamento cellulare, il peeling si rivela particolarmente adatto a tutte quelle pelli mature che appaiano rilasciate, con rughe e segni d’espressione. E’ indicato anche per le pelli che presentano  da acne e macchie.

Risulta anche estremamente efficace su una pelle grassa in cui l’eccesso di sebo abbia fatto danni, causando brufoli o altre antiestetiche manifestazioni.

Anche la microcircolazione, migliorata dal peeling, apporta benefici, sopratutto su un viso che abbia perso colorito e risulti ingrigito dal tempo.

Molte donne, con l’avanzare dell’età, presentano invece cute secca e priva di tono. Ciò accade soprattutto in zone come mani, piedi e ginocchia. Il peeling interviene anche in questi casi ma, ovviamente, lo stesso principio vale sull’epidermide del viso.

Infine, il rimedio è anche ottimo contro le smagliature su cosce, glutei e addome.

 

 

Tipologie di peeling

Il peeling viso può essere effettuato prestando attenzione ad evitare i contorni degli occhi e delle labbra, che sono più sensibili.

Come già accennato, a seconda delle necessità è possibile fare il peeling anche sulle mani, sulle braccia, sulle gambe e altre zone del corpo, non ultimo il collo.

Collo e dècolletè, infatti, sono colpiti quasi quando il volto dai segni dell’invecchiamento. Le cosiddette collane di Venerenon sono altro che rughe e striature che interessano queste zone.

 

 

Per ogni zona e per ogni esigenza, più o meno grave, esistono tipologie differenti di peeling

 

Peeling enzimatico.

Il più semplice e delicato, e quindi adatto a qualsiasi tipo di pelle.

La rigenerazione cutanea profonda viene stimolata, in questo caso, da enzimi naturali, come quelli presenti nella frutta.

Gli enzimi sono, per la maggior parte, costituiti da proteine idrosolubili e promuovono processi biologici come quello di ricostituzione delle cellule.

Non è raro, infatti,l’utilizzo delle bucce di papaya, di mela o di ananas che agiscono come scrub.

In tal senso, è ottima anche l’aloe vera, che ha anche una funzione reidratante ed equilibrante del sebo.

Vengono impiegati anche l’acido glicolico o quello lattico, entrambi estratti dalle barbabietole o dalle canne da zucchero, al fine di rimuovere con efficacia le cellule morte rimaste in superficie.

Peeling chimico

Può essere classificato in: superficiale, medio e profondo.

Il peeling superficiale ha un’azione soprattutto rinfrescante e idratante sugli strati più esterni della cute. Torna utile in caso di piccole rughe e lesioni superficiali da riparare. Per la sua versatilità e delicatezza, può essere effettuato su ogni parte del corpo e impiega soprattutto gli alfa-idrossiacidi, che non sono altro che gli acidi della frutta. Essi, agiscono come un vero e proprio scrub particolarmente vigoroso. La loro peculiarità è nel PH basso, quindi piuttosto acido, come quello dell’acido citrico del limone e degli agrumi in generale, di quello mandelico delle mandorle, di quello tartarico contenuto in tamarindo e papaya e dei già citati acidi glicolico e lattico.

Il peeling medio arriva fino a uno dei primi strati del derma, ovvero il derma papillare, dove risiedono capillari e tessuto connettivo. Qui vengono prodotti collagene ed elastina, fondamentali per rimpolpare e ringiovanire la pelle. Per raggiungere questo strano, s’impiega sempre l’acido glicolico, ma anche il più incisivo acido tricloroacetico. Le su proprietà corrosive favoriscono la necrosi e la conseguente rigenerazione di lesioni quali acne di media gravità e rughe pronunciate.  

Il derma reticolare rappresenta lo strato più profondo della pelle, ed è qui che risiedono le fibre più grandi del collagene. Organizzate secondo precise direzioni, tali fibre possono subire gli effetti di un forte aumento di peso o di una gravidanza, determinando le antiestetiche smagliature. Per raggiungere tale livello, il peeling profondo utilizza il retinolo contenuto nella vitamina A e quantità maggiori di acido tricloroacetico, impiegato soprattutto in caso di lesioni e rughe molto visibili o verruche.

 

 

Come fare il peeling in sicurezza

Come ogni trattamento di bellezza, anche il peeling può avere delle controindicazioni e presentare dei rischi.

Il peeling chimico medio o profondo, in special modo, possono irritare e persino danneggiare una pelle particolarmente sensibile, quindi andrebbero effettuati solo in centri specializzati da personale esperto.

Al fine di scongiurare qualsiasi reazione sgradita poi, incluse quelle allergiche, sarebbe opportuno procedere per gradi partendo da un peeling più delicato per poi diversificare gradualmente gli ingredienti impiegati.

Ad oggi, vi sono in commercio molti prodotti cosmetici per la pelle, specie quella del viso, che promettono un ringiovanimento efficace quanto immediato già dalle prime applicazioni.

È sempre bene affidarsi a marchi conosciuti, in tali casi, preferendo a un risparmio in denaro, l’investimento in creme e sieri di qualità. Provare una piccola dose su una porzione di pelle è sempre la prima accortezza da seguire, così da avere subito ben chiare le proprie reazioni.

Per qualsiasi dubbio e prima di trattamenti importanti, infine, sarebbe meglio ascoltare il parere di un medico dermatologo, al fine di sottoporsi al peeling con la necessaria serenità.

 

Alla prossima !

 

 

seguimi anche su Facebook Instagram