Oggi parliamo di un trattamento alla Vitamina c di Endocare.

Endo, in ambito scientifico, significa “interno”, mentre “care” vuol dire cura in lingua inglese: letteralmente, “cura dall’interno”.

Endocare, infatti, ha proprio l’obiettivo di prendersi cura delle pelli mature utilizzando la tecnologia al servizio della bellezza a cominciare dagli strati più profondi.

Tra le sue formulazioni più innovative, vi è la SCA, brevettata per rigenerare l’epidermide con l’ausilio della bava di lumaca e dell’acido ialuronico, o la IFC CAF che sfrutta le cellule staminali contenute nelle uova di questi gasteropodi per favorire il metabolismo cellulare e creare uno scudo protettivo al contempo.

La pelle del viso appare immediatamente più giovanile, luminosa e rimpolpata, grazie all’attenzione posta nella ricerca di ingredienti volti a nutrirla. Le rughe, le zampe di gallina e gli inestetismi che possono derivare da una pelle secca e priva di collagene possono essere riparati ed eliminati da creme e sieri Endocare.  

Endocare C Pure

 

endocare-myfloreschic.jpg

In ognuna di queste fialette c’è un liquido prezioso per la pelle del viso.

Innanzitutto troviamo la vitamina C che stimola la produzione di collagene. Questa proteina rappresenta l’elemento chiave dell’intero tessuto connettivo. Purtroppo, con il passare degli anni la sua produzione da parte del corpo diminuisce. Ne consegue che la pelle perde elasticità, tonicità e idratazione, con esiti ben visibili soprattutto sul volto. Essa è, quindi, fondamentale in questa formulazione che ne impiega il 15% sul prodotto. 

Troviamo, poi, uno dei brevetti di Endocare, il SCA Biorepair Tecnology. La Cryptomphalus aspersa è una lumaca molto diffusa sia alle nostre latitudini che in Sud America. Le sue ghiandole secernono quella che, molto comunemente, viene chiamata bava di lumaca, ma che contiene elementi dalla potenza rigenerante incredibile.  Lacido ialuronico che, ancora una volta, aumenta la produzione di collagene e ha un’azione fortemente antiossidante sui tanto temuti radicali liberi.  Il calcio e il ferro, che portano alla nascita di nuove cellule a riparazione di quelle più vecchie e deboli. I suoi benefici sono determinanti soprattutto su un volto che per troppo tempo sia stato esposto al sole o alle lampade abbronzanti, i cui raggi UV danneggiano la pelle creando macchie e rughe. L’effetto riparatore interviene anche in casi quali assunzione di farmaci o interventi di epilazione particolarmente aggressivi, eliminando i danni che ne conseguono.

I proteoglicani, infine, sono molecole di dimensioni maggiori alla media (infatti sono chiamati anche macromolecole) e contribuiscono a incrementare il metabolismo cellulare, favorendone il turn-over ottimale che rende la pelle sempre luminosa. Sono anche degli ottimi antinfiammatori naturali, per cui intervengono laddove siano presenti lesioni, arrossamenti o acne.

Basta stendere uniformemente il contenuto di una fialetta ogni giorno su viso e collo, per almeno un paio di settimane, per apprezzarne i benefici e gli effetti visibili.

Alla prossima!

 

leggi anche : Vitamina C : alleato di bellezza

fotoinvecchiamento : cause e rimedi

 

seguimi anche su Facebook e Instagram